Repubblica Islamica dell’Iran (Iran)

Risoluzioni ONU

L’adozione delle prime iniziative del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite nei confronti dell'Iran risale al 2006, con l’approvazione della Risoluzione n. 1696/2006 e della Risoluzione n. 1737/2006, contenenti una serie di misure che, in risposta al proseguimento del programma di proliferazione da parte del governo iraniano, sono state progressivamente inasprite negli anni successivi attraverso la Risoluzione n. 1747/2007, la Risoluzione n. 1803/2008 e la Risoluzione n. 1929/2010.

In seguito alla sottoscrizione di un “Piano di Azione Comune Globale” (i.e. “Joint Comprehensive Plan of Action”, JCPOA) nel luglio 2015, la Risoluzione 2231(2015), ha posto fine alle precedenti risoluzioni, comprese le misure restrittive previste nelle Risoluzioni 1737(2006), 1747(2007), 1803(2008) e 1929(2010). Sono state comunque mantenute le c.d. “Financial Targeted Sanctions” (i.e. TFS) verso un numero di individui ed entità “designati” ai sensi delle suddette risoluzioni e sono state stabilite anche nuove restrizioni specifiche, inclusa una serie di altre “misure restrittive”.

Con la Risoluzione n. 1737 (2006) del 23 dicembre 2006, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha, altresì, istituito un Comitato incaricato di sorvegliare e monitorare le sanzioni ONU imposte contro i programmi nucleari e di missili balistici sensibili alla proliferazione dell'Iran. Nel 2010, il Consiglio ha nominato un Gruppo di Esperti (“Panel of Experts”) per assistere il Comitato nei suoi lavori.

La lista consolidata delle persone ed entità dell’Iran oggetto di sanzioni finanziarie da parte delle Nazioni Unite è consultabile ai seguenti link:

 

In conformità alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite o di un suo Comitato e nel rispetto degli obblighi internazionali assunti per contrastare il terrorismo, il finanziamento del terrorismo e l’attività di Paesi che minacciano la pace e la sicurezza internazionale, la Repubblica di San Marino, attraverso le delibere del Congresso di Stato, su proposta della Segreteria di Stato per gli Affari Esteri e della Segreteria di Stato per le Finanze ed il Bilancio, ha adottato senza ritardo le misure restrittive internazionali che riguardano l’Iran. Le relative delibere del Congresso di Stato sono consultabili al seguente link.


Pagina precedenteTorna Indietro