Controlli transfrontalieri

In applicazione agli standard internazionali ed in particolare della Raccomandazione Speciale IX del FATF (GAFI) in materia di contrasto al finanziamento del terrorismo, la Repubblica di San Marino ha adottato il Decreto Delegato 4 maggio 2009 n.62, il quale è stato ratificato con Decreto Delegato 19 giugno 2009 n.74 e successive modifiche.

Il Decreto Delegato prevede che ogni persona fisica che entra nel territorio della Repubblica di San Marino o ne esce è tenuta a dichiarare il trasporto di denaro contante e di strumenti analoghi in euro o valute estere, di importo complessivamente superiore a 10.000 euro o al relativo controvalore.

La dichiarazione è resa mediante la compilazione dell’apposito modulo allegato al Decreto.

La dichiarazione deve essere compilata prima di entrare nella Repubblica di San Marino, o di uscire, e deve essere consegnata presso i Comandi o le sedi distaccate delle Forze di Polizia.

I Comandi e le sedi distaccate delle Forze di Polizia devono rilasciare una attestazione della ricezione della dichiarazione.

Il dichiarante deve recare al suo seguito copia della dichiarazione, con l’attestazione della ricezione.

Il personale di Polizia, nell’ambito dei normali controlli ai confini, può verificare l’identità delle persone, sottoporre a ispezione e perquisizione i mezzi di trasporto, i bagagli e le cose portate al seguito, allo scopo di accertare l’osservanza degli obblighi di dichiarazione.

Con Legge n. 190 del 25 Novembre 2014 è stato disciplinato il servizio di trasporto transfrontaliero di contante